Index

Addestramento per tartufi

Contatti

Cenno sull'addestramento

Dove siamo

Le origini

Nascite

Offerte

Storia

 

Pagina dedicata alla cerca del tartufo

I testi e immagini provengono da www.abruzzotartufi.it  

Non sono un addestratore, ma cedo tanti cuccioli per la cerca del tartufo, la mia passione addestrare cani per la caccia


Iniziamo dalla piccola, falla giocare con uno straccio profumato con tartufo, oppure usa un tartufo avvolto in uno straccio, lo lanci e cerchi di fartelo riportare, quando viene verso di te le dici : "porta porta" e afferri lo straccio e contemporaneamente le dai un premio, in questo modo il cane associa il fatto che riportarti un oggetto con quel profumo le fa ottenere un premio gustoso. lancia lo straccio o palla sempre piu lontano e cerca di fartelo portare in mano se lo fa cadere a terra insiti fino a quando non riesci ad afferarla con la mano, se riesci la premi altrimenti ripeti fino ad ottenere il risultato ottenuto, ovvero il riporto del tartufo nelle tue mani....
successivamente puoi nascondere dei tartufi o stracci profumati e farli cercare quando li trova premiala.................gli esercizi che si possono fare sono tanti, puoi insegnarle il seduto il terra, esercizi che servono per plasmare il carattere del cane all'ubbidienza...... ecc ecc

Per il cane piu grande puoi fare gli stessi esercizi, ancora un cucciolone quindi puoi cercare di correggerlo anche se ha gia sentito l'odore della selvaggina, per farlo diventare piu deciso puoi eseguire gli esercizi quando ha fame, ovvero prima di dargli da mangiare, in casi estremi puoi provare a lasciarlo leggero la sera prima di andare a tartufi, ma non esagerare, non commettere l'errore di credere che un cane affamato trovi piu tartufi........

Ultima cosa, poi passo la mano a persone piu esperte, questa stagione molto difficile, infatti sono molti i tartufai che trovano poco o nulla, persino con cani esperti, infatti i tartufi sono immaturi... e i cani faticano a scovarli, quindi ancora pi difficile per un cane inesperto........

ciao e buon addestramento

 

 

Quelli che comunemente chiamiamo tartufi, non sono altro che i corpi fruttiferi di funghi che vivono e si sviluppano sottoterra in simbiosi con l'apparato radicale di alcune piante arboree. Le caratteristiche del corpo fruttifero variano a seconda della specie di tartufo e possono essere diverse al variare della pianta simbionte e del tipo di terreno in cui crescono.
Lo strato esterno, del tartufo, costituito da un rivestimento chiamato peridio che pu essere bianco, giallo, rossastro, bruno o nero. La sua superficie liscia (come nel tartufo bianco pregiato o Tuber magnatum Pico), oppure pi o meno verrucosa (come nel tartufo nero pregiato o Tuber melanosporum Vitt. e nello scorzone o Tuber aestivum Vitt.).
L'interno del tartufo, detto gleba,il suo colore pu variare a seconda delle diverse specie di tartufo, al grado di maturazione, al tipo di pianta simbionte o di terreno.
Nelle pagine seguenti potrete trovare delle semplici schede che vi permetteranno di distinguere le diverse specie di tartufi.

   I testi e immagini provengono da www.abruzzotartufi.it

                      Manda un messaggio oppure il numero di telefono 

Non rispondiamo a messaggi senza l'indirizzo di provenienza numero di telefono

 

GuestBook ?

Leggi le richieste dei nostri visitatori

 

Hai delle domande ?  

Consulta le nostre risposte

 

 

Index

Addestramento per tartufi

Contatti

Cenno sull'addestramento

Dove siamo

Le origini

Nascite

Offerte

Storia

 

gestito  con  FrontPage